Lo scorso giovedì, 5 Novembre 2015, per mezzo di una sentenza pubblicata dal Tar Liguria e diffusa dal sito specializzato Iusfarma, è stata legittimata la procedura del concorso straordinario che obbliga i candidati a indicare un numero di preferenze per la sede di assegnazione pari alla propria posizione in classifica.

Di conseguenza è stata riconosciuta la validità della graduatoria definitiva approvata dalla Regione Liguria la scorsa estate.

I giudici del Tar hanno ritenuto idoneo il meccanismo delle preferenze “a scalare”, adottato in tutti i bandi regionali allo scopo di agevolare le procedure di interpello e che attribuisce la possibile sede rifiutata da un candidato al primo dei non vincenti, invece che al successivo candidato in graduatoria.

Nella sentenza ligure il Tar ha inoltre rifiutato anche il ricorso dei concorrenti privi di casella di posta elettronica certificata, i quali ritenevano che la commissione li avesse esclusi senza adottare i criteri valutativi dei titoli e violando il requisito dell’anonimato.

In seguito al pronunciamento del Tar, in Liguria le procedure dovrebbero riattivarsi, dopo che la Regione, in via cautelare, aveva bloccato la procedura successivamente all’accettazione da parte di 25 candidati su 85 delle sedi a loro assegnate.

Fonte: www.federfarma.it
Leggi l’articolo sul sito di Federfarma: http://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=10866