Si riattiva anche in Lombardia la procedura per l’assegnazione di 341 sedi farmaceutiche.
Dopo un percorso denso di ostacoli, partito con la pubblicazione della prima graduatoria approvata a suo tempo con decreto numero 4770 del 10 giugno 2015 (all’interno del quale si trovava anche l’elenco dei candidati non ammessi al concorso), proseguito con il ricorso di uno dei candidati al quale il Tar ha risposto con la sentenza n.119 del 20 gennaio 2016 (richiedendo alla commissione esaminatrice di attribuire al candidato i punti mancanti a causa di un errore nella registrazione della sua documentazione che la Regione doveva richiedere essa stessa al candidato), ora finalmente si è arrivati ad una conclusione. Con decreto 949 del 15 febbraio 2016 è stata rettificata la graduatoria relativa al concorso straordinario, sulla quale però al momento pendono quattro ricorsi. Sia il decreto che la graduatoria sono reperibili sul sito dell’amministrazione regionale. Le procedure di interpello sono iniziate domenica 6 marzo 2016 alle ore 18 e si concluderanno venerdì 11 marzo sempre alle 18. Durante questi 5 giorni i candidati dovranno indicare, in ordine di preferenza, un numero di sedi uguale alla propria posizione in graduatoria. L’elenco delle sedi a concorso è stato aggiornato con decreto n.814 del 10/02/2016. L’interpello avverrà con le modalità previste dal bando, cioè attraverso la piattaforma ministeriale, e i candidati utilmente posizionati in graduatoria, che quindi potranno accedere all’interpello, verranno avvisati tramite Pec (in caso di associazione verrà avvisato il solo referente). Qualche giorno dopo la chiusura dell’interpello la Regione Lombardia fa sapere che avverrà l’assegnazione delle sedi, sempre attraverso la piattaforma ministeriale, secondo le seguenti modalità:
• Ad ogni vincitore verrà assegnata la prima sede da lui indicata in ordine di preferenza e che non risulti assegnata a un candidato meglio collocato in graduatoria;
• Entro 15 giorni dall’assegnazione il vincitore del concorso deve dichiarare se accetta o meno la sede assegnata;
• L’inutile decorso del termine concesso per la dichiarazione equivale ad una non accettazione.
Conclusa la fase di assegnazione ed accettazione, si proseguirà poi con le stesse procedure, interpellando in secondo luogo i concorrenti che seguono in graduatoria, al fine di assegnare le sedi non accettate.

 

Fonti: www.welfare.regione.lombardia.it; www.farmaciavirtuale.it; www.farmacista33.it

Leggi gli originali:
http://www.welfare.regione.lombardia.it//cs/Satellite?c=Redazionale_P&childpagename=DG_Sanita%2FDetail&cid=1213626994240&packedargs=NoSlotForSitePlan%3Dtrue%26menu-to-render%3D1213529299826&pagename=DG_SANWrapper#1213627004719
http://farmaciavirtuale.it/concorso-straordinario-lombardia-approvata-la-graduatoria-rettificata/
http://www.farmacista33.it/concorso-campania-e-puglia-accelerano-sentenza-tar-rallenta-lombardia/politica-e-sanita/news–34609.html