A quattro anni dall’inizio del Concorso Straordinario per l’assegnazione di sedi farmaceutiche questa è la situazione generale regione per regione:

  • Umbria, Campania, Sicilia e Sardegna non hanno ancora pubblicato la graduatoria definitiva: in Campania la commissione esaminatrice non è ancora completa a causa di un contenzioso sulle nomine; in Umbria, nonostante la palese irregolarità della commissione, i lavori sono però proceduti; la Sardegna è stata diffidata dal Ministero e rischia il commissariamento.
  • Il resto delle Regioni ha pubblicato la graduatoria definitiva, solo l’Abruzzo si è fermato alla graduatoria provvisoria, e tra di esse Piemonte, Liguria, Toscana, Emilia Romagna e Puglia hanno proceduto non solo all’interpello ma anche alle assegnazioni. Lazio e Lombardia sono invece fermi alle operazioni successive all’interpello.

Nel frattempo il contenzioso su alcune sedi è comunque ancora pendente in quasi tutte le regioni, mentre si è ancora in attesa della decisione del Consiglio di Stato sulla sospensiva della delibera dell’Emilia Romagna sulla questione della co-titolarità.

Altro aspetto pendente è la questione dei punteggi per la ruralità per la quale sono stati presentati ricorsi contro le graduatorie ancora aggredibili o istanze di revisione della graduatoria in autotutela.

Nel contempo le regioni si preparano a chiedere la proroga della validità delle graduatorie fino a 6 anni, mentre molti candidati sono ancora nell’incertezza se aprire o no la propria sede.

Si tratta quindi di un Concorso denso di ostacoli e la cui conclusione non è ancora ben definita.

 

Fonte: www.farmacista33.it

Leggi l’originale: http://www.farmacista33.it/concorso-l-esperto-contenziosi-in-tutte-le-regioni-sardegna-rischia-commissariamento/politica-e-sanita/news–36087.html